Il progetto

Introduzione

Questo viole essere un progetto di ricerca e divulgazione della memoria degli spazi e dei luoghi della città di Trento in relazione agli eventi accaduti alla fine degli anni Sessanta che hanno coinvolto i giovani di allora, attori attivi del processo storico, e la cittadinanza, spesso passiva, che ha visto il mutare repentino della società e con essa della geografia emozionale della stessa città, non è stato fino ad oggi proposto. Sembra quindi utile raccordare le generazioni del passato con quelle più giovani, che frequentano i medesimi spazi, attraverso un progetto che abbia. da un lato, una fase di ricerca scientifica affidata ad enti di ricerca leader nel territorio e, dall’altro, una forte componente divulgativa anche attraverso linguaggi vicini al mondo giovanile (video, web, social…). L’idea di fondo di tutto il progetto è che la memoria sia qualcosa che appartiene al e vive nel presente, e non mera archeologia del passato: la memoria diviene così una pratica viva e vitale.

L’argomento della memoria dei luoghi risulta estremamente attuale, poiché permette di avvicinare le persone sia alla città sia tra loro, coinvolgendole attivamente e riattivando in quelle più anziane il senso di “utilità” dei loro ricordi. I giovani, grazie alla conoscenza e alla trasmissione di questa eredità, si possono sentire più legati al luogo nel quale sono nati o vivono la loro quotidianità: molti di questi luoghi sono ora frequentati da giovani generazioni che probabilmente non associano gli eventi del passato alla realtà del presente.

Gli elementi distintivi del progetto sono: la multidisciplinarietà delle prospettive e metodologie di analisi e l’interdisciplinarietà del gruppo di ricerca; la partecipazione in itinere, da parte della comunità trentina, e la “restituzione” alla comunità stessa, di materiali divulgativi permanenti nel tempo; la sensibilizzazione della cittadinanza e delle sue culture politiche attraverso momenti di dibattito e confronto, conferenze pubbliche, lezioni e volumi divulgativi e scientifici, sia in generale sull’importanza sociale della memoria sia, più in specifico, sugli eventi e su una pagina storica della città che rischiano di essere tramandati solo attraverso retoriche spesso acritiche che difficilmente intercettano i giovani di oggi; la partecipazione attiva della comunità trentina alla realizzazione del progetto che contribuisca alla sua maturazione civile e favorisca l’incontro attivo tra le generazioni e il loro succedersi (comunicando) nel tempo.

Obiettivi

L’obiettivo generale è quello di dare una voce nuova e critica alla narrazione della memoria della città di Trento in relazione agli eventi degli anni 1967/69, mettendo in comunicazione le generazioni del passato e quelle più giovani attraverso la testimonianza che i luoghi della città racchiudono in sé. La memoria dei fatti, dei personaggi e degli spazi, attraverso modalità divulgative innovative ed “emozionali” (documentario e “guida turistica partecipata”), viene tradotta ai giovani per permettere loro di avere un’idea critica e multidimensionale di un passato forse troppo rimosso, stigmatizzato o mitizzato.

In particolare, in relazione alla tematica oggetto della ricerca si intende:

– Costituire una raccolta di documenti (storici e contemporanei), testimonianze visuali ed orali;

– Illustrare e proporre una mappa specifica della città di Trento;

– Promuovere la conoscenza del valore della memoria dal punto di vista civico, etnografico, sociologico e storico;

– Far riemergere, grazie al lavoro di indagine, eventi e luoghi dimenticati;Risensibilizzare la popolazione della città di Trento sul tema in oggetto e in particolare le giovani generazioni (residenti e non residenti) attraverso materiale divulgativo.

– Realizzare attività per i giovani al fine di evidenziare le diverse prospettive di analisi dei fenomeni implicate nella ricerca.

– Consentire di approfondire la conoscenza del momento storico oggetto del presente progetto in modo critico, più coinvolgente e “partecipativo”.

Attività svolte

1- Costituzione di un tavolo di lavoro per l’avvio del progetto, l’analisi del contesto e l’attivazione della ricerca con la partecipazione di tutte le realtà coinvolte. 

2 – Indagine scientifica con ricerca bibliografica e documentaria.

3 – Ricerca sul campo nei diversi settori previsti. Nella fase di ricerca sul campo sono stati coinvolti i diversi attori della città (generazioni di ieri e giovani di oggi); in particolare si è creato un gruppo di lavoro costituito da studenti interessati alla tematica oggetto: 20 studenti della Laurea Magistrale in Governo e Organizzazione del Territorio (GOT) del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento. La ricerca antropologica e sociologica ha indagato in profondità la memoria della comunità attraverso l’utilizzo sistematico delle metodologie di indagine delle scienze sociali.

4 – Elaborazione ed analisi della documentazione raccolta attraverso un tavolo di lavoro composto dagli esperti coinvolti.

5- Apertura e aggiornamento constante pagina Facebook del progetto

6- Ideazione e realizzazione di un documentario contenente la documentazione della ricerca sul campo. 

7 – Ideazione e realizzazione di un volume in formato cartaceo contenente i dati emersi dalla ricerca scientifica.

8 – Ideazione e realizzazione di un sito web dedicato alla documentazione elaborata e prodotta nelle diverse fasi del progetto. 

9 – Realizzazione di lezioni in classe (scuola superiore) per raccontare ai giovani i contenuti della ricerca e presentare la documentazione raccolta nella fase di ricerca attraverso il coinvolgimento degli attori (generazione dei giovani di allora). 

10 – Realizzazione di un convegno scientifico e divulgativo aperto alla cittadinanza per mostrare i risultati emersi dal progetto e il materiale divulgativo prodotto (documentario, opuscolo, sito web). 

11 – Realizzazione di una passeggiata nella città di Trento per mostrare i luoghi della memoria e il loro mutamento, per raccontare gli eventi accaduti e le conoscenze prodotte dalla ricerca.